play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Cronaca

Caso Pozzolo: tanta attesa per nulla. Chi sarà il Terzo Uomo?

today02/02/2024 13

Background
share close

Ricorderete la festa di Capodanno, appena un mese fa a Rosazza dove una pistola, di proprietà del onorevole Emanuele Pozzolo, tirata fuori dalla tasca, sparò un colpo che ferì ad una gamba, fortunatamente non in modo grave, Luca Campana, giovane parente di un agente di scorta dell’onorevole Del Mastro anche lui alla festa. Ma con tutti i testimoni che c’erano, non si arrivò a ricostruire la scena e chi avesse sparato, se non addirittura la pistola avesse sparato da sola cadendo di mano a qualcuno.

I testimoni eccellenti poi non poterono dare la loro versione. L’onorevole Del Mastro era fuori casa a riempire il bagagliaio della sua autovettura. La sorella dell’onorevole che aveva contribuito a organizzare il veglione era già andata via. Insomma non si riusciva a capire chi fosse stato a sparare.

Alla fine, come in tutti i gialli che si rispettino, ci si rivolse alla scientifica per individuare attraverso il Dna lasciato sulla pistola chi fosse stato a sparare.

A distanza di un mese dal fatto, arrivano i risultati del R.I.S. che però lasciano tutti un po’ perplessi. Insomma sulla pistola sono stati trovati tre diversi Dna. Uno apparteneva ovviamente a Pozzolo, il proprietario dell’arma. Un altro era quella del caposcorta di Del Mastro che, subito dopo lo sparo, aveva preso la pistola per inserire la sicura. Il terzo invece non corrisponde a nessuno dei presenti al momento.

Insomma, manca il terzo uomo, che dovrà essere identificato con altri sistemi o altri esami, a seconda di quanto stabilirà la procura di Biella. E rimane in piedi ancora la prima domanda: chi è stato a sparare?

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA