play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Esteri

Via libera di Erdogan: la Svezia presto nella Nato

today11/07/2023 14

Background
share close

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg,  commentando la decisione presa da Erdogan, ha dichiarato che  si tratta di un giorno storico perché si è ottenuto un chiaro impegno dalla Turchia a preparare i documenti di ratifica per l’adesione della Svezia alla Nato all’Assemblea nazionale del Parlamento turco. Stoltenberg ha sottolineato però di non conoscere le scadenze entro le quali la Turchia ratificherà l’ingresso. Invece per l’Ungheria, l’unica ormai a non aver ratificato l’ingresso della Svezia, ha ricordato che Budapest a suo tempo aveva assicurato che non sarebbe stato l’ultimo Paese a dare il via libera. Adesso è quindi l’ora.

Fonti turche hanno fatto sapere il protocollo sarà sottoposto al Parlamento turco in tempi brevi, ma che serve anche una riattivazione del processo di adesione di Ankara all’Ue per il quale il nuovo accordo richiede una fattiva partecipazione di Stoccolma. La Svezia infatti non solo sosterrà l’ingresso di Ankara nell’Ue, ma si è impegnata nell’allargamento, sia dell’Unione doganale che alla liberalizzazione dei visti, alla Turchia.

Il governo svedese ha dato ampie rassicurazioni che non adotterà politiche di sostegno ai separatisti curdi del Pkk e Ypg, e che cancellerà ogni tipo di vincolo commerciale o di sanzione nei confronti della Turchia.

La Turchia si era fino ad oggi opposta all’adesione della Svezia alla Nato, perché il Paese scandinavo aveva una posizione troppo morbida nei confronti del Partito dei Lavoratori del Kurdistan, il gruppo di guerriglieri Pkk, che nel 1984 iniziò una lotta armata contro lo Stato turco, ed era classificato come gruppo terroristico da Turchia, Svezia, Unione Europea e Stati Uniti.

Dopo le pressioni turche, la Svezia ha modificato le leggi antiterrorismo, rendendo reato penale semplicemente appartenere o sostenere, finanziariamente o in altro modo, l’organizzazione terroristica.

Comunque il riavvicinamento all’Ue ha evidentemente appagato Erdogan. Nel frattempo, nell’aprile scorso, la Finlandia è diventata il 31° membro dell’Alleanza 

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA