play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Cronaca

Turetta: a Venezia lo aspetta isolamento e sorveglianza h24

today24/11/2023 31

Background
share close

Cella singola e sorveglianza, anche per evitare gesti autolesionistici. Queste le motivazioni che motivano le misure prese per la prossima permanenza di Filippo Turetta nel carcere di  Venezia.  Domani attorno alle ore 12,30, atterrerà a bordo di un volo di Stato, molto forse un Falcon 900, all’aeroporto Marco Polo di Venezia-Tessera proveniente da Francoforte sul Meno e quindi L’interrogatorio di garanzia si terrà con ogni probabilità lunedì

Gli inquirenti intanto stanno lavorando per valutare se contestare a Turetta l’aggravante della premeditazione oltre al reato di occultamento di cadavere, in quanto l’imputato avrebbe acquistato online del nastro adesivo compatibile con il pezzo di scotch rinvenuto nella zona industriale di Fossò (Venezia) dove Giulia Cecchettin subì l’ultima fase dell’aggressione.

Intanto è uscito un messaggio vocale di Giulia inviato ad una sua amica in cui  si lamentava di non saper come farlo a sparire dalla sua vita. E confidava che vorrebbe non vederlo più, che vorrebbe sparire dalla sua vita ma di non sapere come fare, perché in qualche moda si sentiva in colpa, e aveva addirittura paura che Filippo potesse farsi del male da solo in qualche modo.E poi aggiungeva che avrebbe voluto che lui sparisse, non avrebbe voluto aver nessun contatto con lui. Lui le diceva che era depresso, che non voleva mangiare, che passava le giornate a guardare il soffitto e che pensava solo ad ammazzarsi, che voleva morire

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA