play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Esteri

Medio Oriente. Ultimo giorno per tregua e scambio di ostaggi?

today27/11/2023 15

Background
share close

Israele e Hamas sono apparsi disponibili a estendere un cessate il fuoco a Gaza che ha posto fine alla loro guerra più mortale e distruttiva, ma che scadrà oggi con un quarto scambio di ostaggi detenuti dai militanti con i palestinesi imprigionati da Israele, previsto per in  giornata, più tardi. Israele aveva già detto che avrebbe esteso il cessate il fuoco di un giorno per ogni 10 ostaggi aggiuntivi rilasciati. Hamas ha anche detto che spera di estendere la tregua di quattro giorni, entrata in vigore venerdì dopo diverse settimane di negoziati indiretti mediati da Stati Uniti, Qatar ed Egitto.

Ma Israele afferma parallelamente che rimane impegnato a annientare le capacità militari di Hamas e a porre fine al suo dominio su Gaza  Ciò significherebbe probabilmente far partire una nuova offensiva di terra dal nord devastato di Gaza al sud, dove centinaia di migliaia di palestinesi si sono stipati nei rifugi delle Nazioni Unite e dove persistono condizioni terribili nonostante l’aumento della fornitura di aiuti nell’ambito della tregua. Intanto due funzionari egiziani hanno affermato che i colloqui mirano a estendere il cessate il fuoco per altri quattro giorni, e uno di loro ha affermato che entrambe le parti hanno concordato in linea di principio. Ma quel funzionario ha aggiunto che la violenza nella Cisgiordania occupata sta complicando le cose, con Hamas che chiede la fine dei raid militari israeliani.

Un’operazione dell’esercito israeliano nel campo profughi di Jenin, Cisgiordania, domenica 26 novembre 2023 che operano nella Cisgiordania occupata, hanno ucciso almeno otto palestinesi in un periodo di 24 ore, dei funzionari sanitari palestinesi lo hanno confermato domenica: le forze israeliane hanno ucciso almeno otto palestinesi nell’ondata di violenza in Cisgiordania. I funzionari sanitari  hanno parlato in condizione di anonimato, perché non erano autorizzati a fornire informazioni ai media.

Hamas e altri militanti potrebbero ancora trattenere fino a 175 ostaggi – sufficienti per estendere potenzialmente il cessate il fuoco per due settimane e mezzo – ma tra questi ci sono anche diversi soldati, ed è probabile che i militanti facciano richieste molto più consistenti per il loro rilascio. Ieri Hamas ha liberato 17 ostaggi, tra cui 14 israeliani, e Israele ha rilasciato 39 prigionieri palestinesi – il terzo scambio di questo tipo nell’ambito della tregua. La maggior parte degli ostaggi sembrava stare fisicamente bene. I prigionieri palestinesi rilasciati erano per lo più adolescenti accusati di aver lanciato pietre e bombe incendiarie durante gli scontri con le forze israeliane, o di reati meno gravi. Oggi è è previsto l’ultimo scambio programmato.

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA