play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Esteri

Ue: raggiunto l’importante accordo sul Patto migranti e asilo

today20/12/2023 15

Background
share close

La commissaria europea agli affari interni, Ylva Johansson, ha commentato l’esito positivo dell’accordo, spiegando che ci sarà una migliore protezione delle nostre frontiere esterne, più solidarietà, più garanzie per i vulnerabili e per i richiedenti asilo, il tutto basato sui valori europei e si è detta  davvero orgogliosa cha l’Unione ce l’abbia fatta. L’Ue ha raggiunto un accordo fondamentale su una nuova serie di regole per gestire la migrazione e l’asilo ancora una volta sfidando le previsioni  e portando a casa una conquista importante. Ma vediamo quali sono i suoi punti cardine.

Il Regolamento screening, che prevede controlli di accertamento sulle persone straniere che si presentano alle frontiere esterne dell’Unione, per raccogliere informazioni su nazionalità, età, impronte digitali e immagine del volto.

Il Regolamento sulle procedure di asilo, che stabilisce le regole per effettuare le richieste di asilo nell’Ue e i criteri per selezionare le persone migranti da sottoporre alla procedura tradizionale e quelli da avviare a una procedura accelerata di frontiera detta border procedure.

Il Regolamento sulla gestione dell’asilo e della migrazione, che stabilisce un sistema di solidarietà obbligatoria da attivare quando uno o più Stati membri si trovano sotto pressione. Gli altri Paesi membri dell’Ue possono contribuire ad alleviarla in tre modi: ricollocando un certo numero di richiedenti asilo sul proprio territorio, pagando un contributo in denaro, o finanziando mezzi e procedure di accoglienza nel Paese sotto pressione.

Il Regolamento sulla crisi, che prevede norme eccezionali da applicare solo nei casi di arrivi massicci e improvvisi di persone migranti o in situazioni particolari come fu la pandemia da Covid19. In queste circostanze, le autorità nazionali potranno applicare misure più severe, compresi periodi di detenzione più lunghi.

Il Regolamento Eurodacche aggiorna le regole della banca dati con le prove biometriche raccolte durante il processo di screening, per evitare più richieste di asilo da parte della stessa persona.

L’accordo dovrà ora essere ratificato sia dall’Eurocamera che dal Consiglio dell’Ue prima di poter entrare in vigore.

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA