play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Politica

Iniziate al Senato le dichiarazioni di voto sulla fiducia alla Manovra 2024

today22/12/2023 14

Background
share close

Avuto il via libera, il testo dovrà passare alla Camera per l’approvazione definitiva il 29 dicembre, scongiurando per sole 48 ore lo spauracchio dell’esercizio provvisorio, Sullo sfondo l’accordo sulla riforma del Patto di Stabilitàconcordato dai ministri delle Finanze europei all’Ecofin, sulla base del quale verrà giudicata la bontà o meno delle scelte di bilancio del governo dal 2024 in avanti.

Il governo, che in autunno aveva incassato il si condizionato della Commissione Ue e l’ok delle agenzie di rating al ddl, non naviga certo in acque tranquille. E questo perché, per quanto potrà beneficiare dell’indulgenza prevista dalle attenuanti fino al 2027, sarà comunque sotto osservazione per la difficile la sfida della crescita e il precario equilibrio dei conti pubblici con il deficit programmatico spinto al rialzo fino al 4,3% del pil per il prossimo anno ed il calo del debito in sostanziale stallo intorno al 140% nel 2024-26.

Anche sel’intesa sul Patto evita il ritorno ai vecchi e più rigidi parametri, non cambia la proposta iniziale dell’esecutivo Ue ed accontenta in parte i vari partner europei. Il ministro delle Finanze tedesco Christian Linder, visto cheI tedeschi chiedevano regole più restrittive per il periodo di transizione. Può dire che le hanno avute, ma non verranno applicate subito. E’ il classico compromesso, spiega con un pizzico di humor l’economista Daniel Gros, direttore dell’Istituto di Politica europea della Bocconi. Le regole che i tedeschi volevano ci sono, ma i francesi e gli italiani possono dire che per ora non verrano applicate …

Intanto domani la legge di Bilancio, sulla quale il governo ha posto la fiducia, verrà approvata a Palazzo Madama. Poi passerà in commissione Bilancio alla Camera per un iter formale e non sostanziale e approderà in Aula a Montecitorio il 28 dicembre. Il voto finale sarà il 29 dicembre intorno alle 19, senza fiducia.

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA