play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Esteri

Ucraina sotto attacco: 500 missili e bombe di cinque giorni

today03/01/2024 10

Background
share close

Prima dell’Ucraina, nessun Paese al mondo era riuscito a respingere con successo attacchi combinati con l’uso di droni e missili, compresi i missili balistici lanciati dall’aria. Solo ieri sono stati abbattuti 10 Kinzhal. Queste le appassionate parole di Zelensky che, evidentemente, tendono a tenere alto il morale dei suoi concittadini e delle sue truppe a fronte di uno dei più pesanti attacchi russi dall’inizio della guerra. Centinaia di droni e missili di Mosca sono infatti piovuti sul Paese, con nuove esplosioni nella notte in Crimea, colpendo una scuola a Kharkiv. In un post su X, Zelensky ha scritto che la Russia ha lanciato sull’Ucraina oltre 500 missili e droni negli ultimi cinque giorni, dal 29 dicembre al 2 gennaio, utilizzando circa 300 missili e oltre 200 droni Shahed. Intanto, il consigliere presidenziale ucraino Andry Yermak ha avuto un colloquio telefonico con il consigliere alla sicurezza nazionale della Casa Bianca, Jake Sullivan, e ha fatto sapere che gli Stati Uniti hanno concordato con il governo di Kiev di rafforzare la difesa aerea ucraina, anche alla luce dell’attacco missilistico russo di ieri su Kiev con missili ipersonici Kinzhal. In questo momento sembra che i russi abbiano captato il momento di difficoltà dell’Ucraina, sia per quanto riguarda il ritardo degli aiuti finanziari dagli Usa e dalla Ue, sia per quanto riguarda l’arrivo di materiale bellico dagli alleati, e cerchino di sfruttare la situazione, utilizzando tutta la loro disponibilità, soprattutto di missili  e droni, per sferrare attacchi sempre più duri.

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA