play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Cronaca

Il caso Pozzolo, la querela

today05/01/2024 10

Background
share close

Ha 31 anni. Fa l’elettricista. Abita a Candelo (Biella). Il suo nome è Luca Campana. E’ divenuto famoso perché, mentre partecipava ad un party a Rosazza per festeggiare il Capodanno, un pallottola, partita dalla pistola intestata al deputato Emanuele Pozzolo (FdI), anche lui presente alla Festa, verso l’una e mezzo lo ha colpito ad una gamba conficcandosi nel quadricipite.

Stamattina, uscito dall’ospedale di Ponderano dove hanno estratto il proiettile e curato la ferita, è stato sentito dal pubblico ministero Francesca Ranieri, titolare della relativa indagine. In questa sede, Campana, che prima non aveva esternato questa intenzione, ha sporto querela nei confronti del proprietario dell’arma. A che gli chiedeva perché non l’avesse fatto prima, il Campana rispondeva che lui era soltanto un operaio e l’altro invece era un deputato. Insomma per una scarsa fiducia nella giustizia che, a suo avviso, avrebbe potuto farsi influenzare dallo status del Pozzolo.

Inoltre si dice arrabbiato perché, pur comprendendo che si è trattato di un fatto accidentale, vorrebbe che chi di dovere si assumesse le proprie responsabilità. Responsabilità che saranno accertate dalla pm e dai carabinieri in un procedimento aperto per lesioni, esplosione pericolosa e omessa custodia di arma.

Ma chi sia stato a sparare non è ancora chiaro, anche se diversi testimoni avrebbero già avvalorato il resoconto dell’elettricista, secondo il quale, mentre partiva il colpo, la pistola era nella mano del deputato.

Su questo è peraltro intervenuta duramente ieri Giorgia Meloni, durante la conferenza stampa alla Camera, precisando che chiunque detenga un’arma ha il dovere legale e morale di custodirla con responsabilità e serietà. E per questo c’è un problema con quanto accaduto, perché, a suo avviso, pur non conoscendo la dinamica, in ogni caso qualcuno non è stato responsabile e chi non lo è stato è colui che detiene l’arma. Vale per qualsiasi cittadino, figuriamoci per un parlamentare, figuriamoci per uno di Fdi, ha concluso la Meloni.

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA