play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Sport

Il rosso imprendibile. Sinner fa suo l’Australian Open, vincendo tutte le partite.

today29/01/2024 9

Background
share close

Ci sarebbe poco da dire. Dopo un partita come quella di ieri, con un Sinner che, anche se ormai abbiamo imparato a conoscerlo, vincendo match e torneo ci ha stupito e ci lasciato senza parole.

E invece di parole in poco più di ventiquattro ore di parole ne sono scorse a fiumi, dalle televisioni, ai social, ai giornali, alla gente riunita per vederlo giocare. Addirittura le parole del papa che L’Osservatore Romano cita commentando il gioco di Sinner, “Quello che importa non è non cadere, ma non rimanere caduti”.

Amadeus lo invita a San Remo, due milioni di spettatori italiani lo guardano in tv, sui tablet, sui computer o addirittura sui telefonini. Parole e titoli sui giornali di tutto il mondo.

In Spagna “Marca scrive: Sinner si traveste da Nadal per superare Medvedev ed essere incoronato campione. E il quotidiano El Mundo esagera:…meglio di così non si può…

Il giornale The Australian titola così: “La gloria appartiene a Sinner, il ragazzo della montagna ha scalato un’altra cima”.

Il quotidiano francese Le Figaro scrive: Seguendo le orme del padre, che era chef, Jannik Sinner sembra aver trovato sui campi le ricette giuste per invitarsi stabilmente alla tavola dei re. E il settimanale sportivo francese, L’Equipe, titola: L’apoteosi.

Il parere di Medved, ieri il suo diretto rivale sconfitto, è che prima o poi Sinner diventerà il numero uno.

Un’impresa memorabile degna di un vero campione, sono le parole di un post della premier Giorgia Meloni.

Insomma Sinner diventa uno degli eroi sportivi del firmamento italiano e sempre più gente se ne innamora e se innamorerà. E dopo la fine dell’Australian Open sembra si sia aperto un vuoto, nessuno per cui palpitare, nessuno per cui svegliarsi la notte, niente urli per la strada.

Ma arriverà il prossimo torneo e la sarabanda inizierà di nuovo, con un campione più alt, più in gamba, più esperto e anche più simpatico.

Grazie Sinner!

.

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA