play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Sport

L’ultima partita di Gigi Riva è terminata alle 21.10

today23/01/2024 22 1

Background
share close

E’ l’ultima notizia che avevamo dato ieri alle 16.00 circa. Il suo ricovero dopo pranzo all’ospedale di Cagliari per un problema di cuore, che sulle prime non sembrava così grave, anche se i medici si tenevano pronti per un probabile intervento, che però il bomber sembra aver rifiutato. Nonostante le ultimissime manovre rianimatorie in sala operatoria di emodinamica è sopravvenuto il decesso alle 19.10.

Classe ’44, soprannominato da Gianni Brera Rombo di Tuono, recordman della nazionale con 35 gol segnati, primato che ancora gli appartiene, ha lasciato un vuoto nel cuore dei suoi compagni di gioco, dei grandi campione e nel cuore di tutti i tifosi e non solo del Cagliari.

I suoi successi sportivi, il suo carattere di grande serietà, la dignità del suo comportamento in ogni circostanza gli hanno procurato l’affetto di milioni di italiani anche tra coloro che non seguivano il calcio, sono state le parole del presidente Sergio Mattarella

Grande persona, grande campione lo definisce addolorato Marcello Lippi, il suo allenatore in nazionale ai mondiali vinti nel 2006 a Berlino.

Intanto il presidente del Cagliari, Tommaso Giulini dichiarato che lo Stadio Cagliari porterà il suo nome.

Gigi Buffon, portiere della Nazionale, suo compagno di squadra in azzurro, ha ricordato come Riva è stato tra i più grandi calciatori della nostra Italia e un gigante anche lontano dai campi da gioco e che per lui era stati una guida e un punto di riferimento.

Luciano Spalletti lo ha definito un supereroe silenzioso.

Per Bruno Conti, Gigi ha portato entusiasmo e gioia a tutto il popolo sardo con lo scudetto del 70, è stato il più forte attaccante della Nazionale e soprattutto un grande uomo.

Enrico Albertosi, il portiere legatissimo a Riva, confida che di aver perso un fratello, con cui aveva passato tanti anni insieme, con cui dormiva insieme sia con il Cagliari che con la Nazionale e ha confessato di aver perso una persona che per lui è stata molto importante. Ancora oggi si sentivano al telefono e gli sembrava stesse bene, non sapeva avesse problemi di cuore.

Allo stadio Al-Awwal di Riad, in Arabia Saudita, tra il primo e il secondo tempo della Supercoppa italiana, Inter – Napoli, con le squadre pronte a riprendere il gioco per cominciare la ripresa, sui maxischermi dello stadio è stata proiettata l’immagine di Riva in maglia azzurra.

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA