play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Cronaca

Nessuno ne vuole parlare

today05/05/2023 59

Background
share close

Oggi è la Giornata Nazionale contro la Pedofilia e la Pedopornografia. Un tema pesante, un fenomeno cui non si vorrebbe pensare, una piaga che forse non ci va nemmeno di spiegare o di  analizzare, tanto oscuri e terribili sono quei tortuosi  e penosi tragitti.

Dal 2009 è stata istituito questo momento, il giorno del 5 maggio, per concentrare l’attenzione sul fenomeno e quest’anno Telefono Azzurro, insieme con il Dipartimento Politiche per la Famiglia e la Presidenza del Consiglio dei Ministri, vuole centrare la giornata su due obiettivi: capire e agire.

I numeri forniti dalla polizia postale che contrasta questi reati sono riferiti all’anno 2022 e sono notevoli l’individuazione di 2622 siti illegali, ben 1466 persone indagate per pedopornografia, scoperti 430 casi di adescamento. Online, negli ultimi tre anni sono stati individuati 855 su minori di età inferiore a 13 anni.

E’ stata realizzata anche la guida “Adescamento online: una guida per conoscere e prevenire“, redatta dall’Unità Analisi Crimini Informatici della Polizia Postale (U.A.C.I.) insieme a Save the Children, la quale si propone di approfondire il fenomeno, in costante diffusione, dell’adescamento online.

Obiettivo della guida è quello di offrire a genitori ed educatori un utile strumento, in modo da poter accompagnare adeguatamente bambine, bambini e adolescenti nella comprensione degli ambienti digitali e dar loro la possibilità di fruire appieno delle opportunità della rete in modo sicuro e consapevole.

Tale strumento intende anche rispondere all’ampliamento dell’uso delle tecnologie digitali e all’abbassamento dell’età di chi accede ad ambienti digitali, scaturite soprattutto a fronte della pandemia, sottolineando che alle opportunità offerte dall’innovazione digitalesi affianca anche l’esposizione a rischi specifici; una condizione verso cui è necessario prestare particolare attenzione.

Il Movimento Italiano Genitori ha deciso di intraprendere una forte azione di contrasto al fenomeno, utilizzando più mezzi di comunicazione, dal web alla telefonia, dalla televisione agli incontri nelle scuole. Da un’indagine svolta da SWG nell’aprile 2010 tra genitori con figli di età compresa tra i 5 e i 15 anni emerge quanto è rilevante la preoccupazione per il fenomeno e la consapevolezza della necessità di aver bisogno di maggiori informazioni e strumenti per poter affrontare, con la dovuta competenza, l’argomento con i figli. Il Movimento ha previsto molteplici iniziative che si svilupperanno su una piattaforma di multimedialità: un sms solidale, uno spot televisivo e radiofonico, un sito web ed un numero verde dedicati e una campagna itinerante nelle scuole su tutto il territorio nazionale

Non poteva mancare l’appello di Papa Francesco che è intervenuto in questa giornata particolare, incontrando i Membri della Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori: Voi impegnate le vostre capacità e la vostra competenza per contribuire a riparare una terribile piaga della Chiesa, mettendovi a servizio delle diverse Chiese particolari. Dalla vita ordinaria di una diocesi nelle sue parrocchie e nel suo seminario, alla formazione dei catechisti, degli insegnanti e di altri operatori pastorali, l’importanza della tutela dei minori e delle persone fragili dev’essere una norma per tutti

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA