play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Esteri

Putin inizia le purghe, arresta un generale e poi parte per il Daghestan

today29/06/2023 11

Background
share close

Secondo quanto pubblicato dal Moscow Times, il generale Sergei Surovikin è stato arrestato in relazione al tentato golpe messo in atto nel weekend passato da Prigozhin e dalla brigata Wagner. Il generale Surovikin, è uno dei più importanti generali russi, è stato comandante in capo delle operazioni in Ucraina, e sarebbe stato al corrente dei piani di ammutinamento del capo della Wagner. Ancora non è stato chiarito se ne fosse coinvolto in modo concreto, comunque è da sabato che di lui non si hanno più notizie e ovviamente non si ha idea di dove possa essere.

Putin e i suoi fedelissimi iniziano a regolare i conti con i conniventi del piano sovversivo di Prigozhin.

Ad un certo momento si erano diffuse voci che accreditavano la tesi che in realtà il capo della Wagner non aveva come scopo quello di invadere Mosca o di fare un colpo di stato o,  come ha sostenuto lui stesso, salvare la Wagner dal  dissolvimento. No, i suoi obiettivi erano il Ministro della Difesa e il Capo di Stato maggiore che peraltro da mesi erano sotto il suo tiro e che aveva incolpato di tutto, dall’incapacità militare alla corruzione. Prigozhin avrebbe avuto in programma di catturare i due e poi?.. Non si sa. Forse trattare con Putin? Chiedere per sé il Ministero della Difesa? Ma queste sono ipotesi che, per quanto non improbabili, non hanno avuto riscontri e non sono mai state avallate in nessuna comunicazione ufficiale.

Più probabile, come ha scritto il sito Dossier Center dell’oligarca Mikhail Khodorkovsky, nemico di Putin, Surovikin sarebbe, come altri 30 generali, membro onorario della compagnia privata Wagner di Prigozhin fin dal 2017.

Intanto Putin, a quello che sono le comunicazioni ufficiali, ha lasciato Mosca  per un viaggio nella repubblica caucasica del Daghestan per discutere tematiche in riferimento allo sviluppo turistico della regione. E quindi se davvero ha lasciato il Cremlino, potrebbe essere un segnale che si sente abbastanza sicuro che nei prossimi giorni non ci dovrebbero essere soprese

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA