play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Cronaca

Quattro arresti eccellenti per corruzione e traffico di influenze illecite

today06/02/2024 10

Background
share close

Il Nucleo Speciale della Polizia Valutaria, su richiesta della Procura di Roma, ha eseguito quattro arresti. In particolare le misure cautelari riguardano l’ex dirigente pubblico Gabriele Visco, figlio dell’ex ministro Vincenzo, due imprenditori e un avvocato. È stato eseguito anche un sequestro preventivo, per un ammontare di 230 mila euro.

Corruzione di alto livello?

Un sistema di relazioni illecite diffuso e consolidato nel quale un ex dirigente pubblico, secondo la Procura romana, con la mediazione di un imprenditore della Capitale, avrebbe favorito, a fronte di denaro e di altre utilità, l’aggiudicazione di un bando di gara di oltre 4 milioni di euro ad una società riconducibile a un costruttore. In più avrebbe cercato di agevolare l’assunzione, presso una partecipata pubblica, di una persona vicina al costruttore stesso.

Sarebbe emersa inoltre una vicenda corruttiva nella quale l’ex dirigente avrebbe affidato un incarico di consulenza (per un importo di 230mila euro), presso l’ente in cui era impiegato, a un avvocato di sua conoscenza, ottenendo la retrocessione di parte dei compensi fatturati dal legale per prestazioni in realtà mai effettuate.

Una vicenda, vedremo con quali sviluppi e, forse, a quali nomi è legata, in cui l’Italia conferma il suo grave problema di alto livello di corruzione. Il punteggio di 56 dell’Indice di Percezione della Corruzione, elaborato da Transparency International, per l’anno 2023, colloca il nostro Paese al 42° posto nella classifica globale dei 180 Paesi presi in esame e conferma l’Italia al 17° posto tra i 27 dell’Unione Europea

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA