play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Politica

Salvini: del caso Anas non so nulla e sono stato coinvolto a sproposito

today04/01/2024 8

Background
share close

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, intervenendo sul caso delle commesse Anas, ha rivendicato l’onore e l’onere di prendersi responsabilità delicate, sempre in totale autonomia, nell’esclusivo interesse dell’Italia per promuovere lo sblocco, l’accelerazione e la progettazione di opere pubbliche ferme da anni, che, quando saranno realizzate, cambieranno in meglio la vita degli Italiani. Salvini ha poi protestato, affermando di essere coinvolto nel caso a sproposito da qualche giornalista, visto che della vicenda lui non sa nulla. D’ora in poi, avverte il ministro, partiranno delle querele, da parte mia e della mia compagna Francesca Verdini. Aggiungendo poi che anche lei è stata coinvolta senza motivo in diversi articoli. E ha concluso impegnandosi a devolvere in beneficenza tutto quello che i calunniatori dovranno risarcire sulle eventuali querele che Salvini dovesse presentare e sulle quali i giudici dovessero pronunciarsi a favore del ministro. Queste le parole di Salvini, mentre chi non parla sono i sette indagati, destinatari di misure cautelari, tra cui l’ex parlamentare Denis Verdini, padre di Francesca, attuale compagna di Salvini, e suo figlio, Tommaso, che si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Anzi Tommaso Verdini non si è nemmeno presentato in aula a piazzale Clodio, trasmettendo al giudice una dichiarazione in cui manifestava anche lui la volontà di avvalersi della facoltà di non rispondere. I reati contestati sono corruzione, traffico d’influenze illecite e turbativa d’asta

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA