play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • cover play_arrow

    Radio K55

Cronaca

Sciopero benzinai, stop anticipato

today25/01/2023 12

Background
share close

Fegica e Figisc Confcommercio hanno ceduto. Dopo che stamattina si era verificata la spaccatura con la Faib Confesercenti che aveva aperto regolarmente le proprie pompe, anche gli altri due sindacati hanno revocato la seconda giornata di sciopero “a favore degli automobilisti e non certo del governo”, hanno tenuto a precisare.

Stamattina il ministro D’Urso aveva convocato in extremis le parti, per un tentativo di almeno dimezzare la durata della serrata, ma regnava molto scetticismo. E invece il titolare del Ministero delle Imprese ha avuto ragione e, alla fine, sia pur senza aver del tutto  dipanato la matassa delle problematiche di settore, sui metodi della protesta Adolfo Urso ha avuto ragione e ha portato a casa il risultato positivo di aver dimezzato lo sciopero.

Quindi da stasera alle 19:00 le pompe riapriranno in città e alle 22:00 sulle autostrade.

Il confronto con le associazioni di categoria si sposterà ora in Parlamento, dove queste avranno incontri con tutti i gruppi dei partiti, per discutere e tentare di modificare in sede di votazione, quegli aspetti del “decreto trasparenza” che non soddisfa la categoria.

Written by: content_creator

Rate it

Previous post

Politica ed Economia

Inps: pensioni e reddito di cittadinanza per il 2023

“l'Inps ha provveduto ad attribuire la rivalutazione delle pensioni e delle prestazioni assistenziali nella misura del 100% a tutti gli utenti che abbiano ottenuto in pagamento, nell'anno 2022, rate di pensione per un importo inferiore o uguale a € 2.101,52 (quattro volte il trattamento minimo). Per tutti gli altri pensionati, nel mese di marzo 2023, l'Inps procederà ad attribuire la perequazione in percentuale in base all'importo annuale in pagamento, come […]

today24/01/2023 6


0%