play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio K55

Esteri

Usa, Alabama, condannato a morte viene giustiziato con l’azoto puro. Gli interrogativi

today26/01/2024 38

Background
share close

Un uomo pagato più di 30 anni fa’ 1.000 dollari per uccidere una donna in Alabama fu condannato a morte e giustiziato con gas azoto puro, un’esecuzione unica nel suo genere che ha posto nuovamente gli Stati Uniti in prima linea del dibattito sulla pena capitale e poi sull’uso di questo nuovo gas.

Kenneth Eugene Smith, 58 anni, sembrava tremare e avere convulsioni all’inizio, prima di essere dichiarato morto, giovedì alle 20:25 in una prigione dell’Alabama. Ha respirato il gas attraverso una maschera, in modo da causare la privazione di ossigeno. Ha segnato il debutto di un nuovo metodo di esecuzione. Smith è apparso cosciente per diversi minuti durante la procedura. Per almeno due minuti, Smith ha fatto movimenti simili a convulsioni sulla barella, che a volte gli facevano forzare i dispositivi di contenzione. Dopodiché seguirono diversi minuti di respiro affannoso. Infine è stato dichiarato morto dopo 22 minuti.

Molte polemiche ha suscitato l’uso di questo gas .La maschera d’azoto per eseguire una condanna a morte è una metodica assolutamente inedita sull’uomo. In medicina veterinaria è stata usata solo sui suini, ma poi abbandonata perché sui mammiferi ha dei rischi, ovvero la probabilità di non provocare subito il decesso, ma procurare ictus e produrre stati vegetativi. Oggi l’Alabama sperimenta questo nuovo metodo che pone ancora molti interrogativi e che ha suscitato una battaglia legale dell’ultimo minuto, in cui gli avvocati di Smith sostenevano che lo Stato lo stava rendendo il soggetto una cavia per un metodo di esecuzione sconosciuta che avrebbe potuto violare il divieto costituzionale di punizioni crudeli e insolite

Questo succede in quello stesso Alabama, stato del Sud, che avrebbe voluto, con una legge che penalizzava gli afro-americani, rendere loro più difficile partecipare alle elezioni nei distretti democratici. Considerata dai giudici della Corte Suprema come inammissibile, è stata bloccata perché avrebbe fatto dipendere dall’appartenenza razziale il diritto di voto. Ed è, per chiarire l’orientamente conservatore di quel governo, lo stato dove ancora vige il divieto di aborto, anche nei casi estremi d’incesto e di stupro

Written by: content_creator

Rate it

0%
Radio K55 APP

GRATIS
VISUALIZZA